Pokémon Rosso Fuoco GBA

Pokémon Rosso Fuoco

Pokémon Rosso Fuoco
8.75

Longevità

9/10

    Trama

    9/10

      Sonoro

      8/10

        Gameplay

        10/10

          Pro

          • Gameplay ultra collaudato e funzionale
          • Aggiunte alcune novità apprezzabili
          • È presente la lingua Italiana
          • Perfetto per i nostalgici
          • Qualità Nintendo

          Contro

          • Non rivoluziona i videogiochi dei pokémon
          • Remake frutto di una operazione commerciale

          Gentili lettori, in questo articolo andrò a parlare molto nel dettaglio di Pokemon Rosso Fuoco GBA. Il download della rom e dell’emulatore per farlo funzionare è presente nella tabella appena sopra a questo breve testo, cliccate sul tasto “Scarica ora” per avviare il download. Adesso però mi sembra opportuno presentare me e presentare il videogioco a cui si ispira questo sito web.

          Alcune parole su di me

          Logo Pokemon Rosso Fuoco GBASono un grandissimo appassionato di pokémon, da più di 15 anni ormai. Andavo alle elementari, quando un giorno ho visto il primissimo episodio della serie animata su Italia uno. Fu amore a prima vista e, facendo girare la voce, ben presto tutta la scuola iniziò ad innamorarsi della serie.

          Successivamente riuscii a giocare al mio primo videogioco, che fu l’allora versione Oro. Ancora oggi conservo ricordi bellissimi legati a quel gioco, ricordo quando a scuola, nelle pause, tra amici ci si collegava il cavo per il gameboy color (non c’erano ancora le connessioni wireless) e si facevano le lotte oppure ci si scambiavano i pokemon. Essendo stato il mio primo videogioco è sicuramente quello che ricordo più felicemente.

          Al secondo posto, tuttavia, c’è sicuramente rossofuoco, e vi spiego subito il motivo. Il gioco immediatamente successivo all’oro a cui giocai fu il rosso. Seppure oggi non si direbbe, all’epoca sembrò di vivere un downgrade. La storia era molto interessante e coinvolgente, tuttavia non riuscii a legarmi molto per via della grafica vecchia. Sì, è buffo dirlo nel 2017. Successivamente comprai il game boy advance e giocai al Rubino, che non mi piacque molto e subito dopo, finalmente, a RossoFuoco.

          Finalmente riuscii a godermi il viaggio a Kanto, e ricordo ancora oggi con molto piacere quell’avventura. Tra l’altro, dopo un periodo durato vari anni in cui la “moda” per i pokémon si era spenta (forse è per questo che non sono riuscito a godermi la versione Rubino) trovai degli amici che avevano il vieogioco, ci giocavano ed erano degli appassionati.

          Ormai siamo nel 2017, sono passati più di 10 anni dall’uscita di questo remake. Ho voluto quindi aprire questo minisito per parlare di questo videogioco che mi ha lasciato dei ricordi indelebili, condividere le rom e gli emulatori per fare in modo che questi videogiochi non vengano dimenticati (perché ammettiamolo, ormai non si trovano più) e spero che la apprezziate il mio lavoro, sapendo che pesto lancerò un progetto simile anche per la versione Oro. Ma intanto, benvenuti nel primo sito web Italiano completamente dedicato a questo remaster della versione rossa.

          Su Pokemon Rosso Fuoco GBA

          Ora andrò a spiegarvi cos’è pokemon rosso fuoco gba. È un videogioco per gameboy advance che è uscito in Italia nell’ormai lontano 2006.
          È il remake, quindi una riedizione con grafica migliorata e problemi sistemati, dello storico ed ormai obsoleto gioco di Pokémon Rosso. Storico perché è da Rosso che è iniziata a diffondersi in tutto il mondo la Pokémania, dalla versione Rossa è iniziato tutto e senza di essa sono certo che gran parte del largo successo ottenuto su scala globale non si sarebbe verificato.

          Qui di seguito andrò a stilare un elenco puntato di tutte le migliorie più importanti che sono state introdotte nel remake:

          • È stato realizzato utilizzano il motore grafico dell’epoca, cioè della versione Zaffiro e Rubino.
          • Sono state aggiunte diverse funzionalità al pokédex ed è stato reso più moderno, graficamente parlando.
          • Sono state aggiunte nuove MT, nuove MN e nuove mosse nei combattimenti.
          • Sono state introdotte le abilità passive dei pokémon, già introdotte nei videogiochi di terza generazione.
          • È possibile effettuare le battaglie multiple, proprio come i predecessori di terza generazione.
          • I pokémon potranno riprodursi tra di loro attraverso la pratica del sesso.
          • Dall’accoppiamento sarà possibile ricevere delle uova che successivamente si schiuderanno e daranno vita ad un piccolino.
          • È stata inserita la Difesa Speciale, cioè una nuova statistica che influenzerà il combattimento.
          • Aggiunte MT ed MN completamente inedite.
          • Sono completamente compatibili con le versioni precedenti, cioè di Colosseum, zaffiro e rubino.
          • Sono state inserite delle nuove zone, viaggia nelle nove isole arcobaleno in caccia di pokémon leggendari!
          • Al momento della creazione del personaggio, sarà possibile scegliere un protagonista femminile.
          • Si potranno catturare i pokémon di seconda generazione.
          • È stato introdotto lo strumento del cercasfide. Lotta di nuovo con allenatori già battuti!
          • È inserito il PokéVip, che fungerà da enciclopedia virtuale per tutti gli avvenimenti più importanti.
          • Sono stati inseriti diversi minigiochi che vi allieteranno durante la vostra avventura, per staccare qua e là.
          • La storia dei predecessori continuerà.
          • È stata inserita la funzionalità degli scambi via wireless, di’ addio al cavo!

          Questo per quel che riguarda da un punto di vista oggettivo. Parlando un attimo dal mio punto di vista soggettivo, ecco cosa mi è piaciuto di più:

          1. Longevità del gioco (più di 40 ore continue e senza pause!)
          2. La trama (intrigante come tutti i predecessori! Inoltre non si può non voler bene alla trama, di fatto, della prima generazione)
          3. Il meccanismo di Evs ed Ivs, già parzialmente inserito nella terza generazione, ora è stato migliorato e reso completo. In pratica è qui che la saga è ufficialmente diventata anche competitiva! Ed è qui che sono iniziati i primi tornei ufficiali con vincite importanti, che hanno avuto luogo nelle fiere. In Italia, ricordo, già nel 2006 si fecero i primi tornei con Rosso fuoco al Lucca Comics, che non era ancora importante quanto oggi!

          Il Dono Segreto

          Ora che abbiamo parlato di tutte le varie funzionalità del remake RossoFuoco, e non c’è più molto da dire se non lasciarvi all’imminente download, mi piacerebbe spenere qualche riga di testo per parlarvi del dono segreto.

          Dietro questa funzione, che alla fine non è nulla di che, ricordo che circolavano i più grandi miti e le più grandi leggende metropolitane. Era una funzione che riscuoteva moltissimo interesse, anche perché da bambini, all’epoca, non si capiva come funzionasse.

          Ebbene. Il Dono segreto è presente anche su questa riedizione del gioco. Alla fine si è scoperto successivamente che non è altro che un dispositivo per scambiarsi oggetti facendo uso della tecnologia ad infrarossi. Per attivare il dono segreto su pokemon rosso fuoco gba, non vi resta che recarvi nel più vicino pokémarket (in pratica potete scegliere quello che volete, non ha particolare importanza. È una procedura che si può effettuare ovunque), interagire col questionario presente sul bancone e successivamente scrivere “INSIEME IN LINK!”. Fate attenzione al punto esclamativo, dev’essere su un blocco i scrittura a sé stante.

          Riavviando ora il vostro game boy advance, vedrete nel menù principale (quello che vi permette di continuare la vostra partita oppure di avviarne una separata) che ci sarà l’opzione del dono segreto. Selezionate l’opzione per entrare e successivamente utilizzarlo.

          Partecipando agli eventi organizzati dalla Nintendo (che ormai, si può dire, non sono più attivi. Quindi le informazioni che andrò a riferirvi potrebbero sembrare un po’ inutili, ma per dovere informativo ci tengo comunque a riferire) si potranno sbloccare tantissimi eventi nascosti nel gioco. Vediamoli insieme.

          Evento del biglietto aurora su pokemon rosso fuoco gba

          L’evento sicuramente più famoso ed importante che si può sbloccare è il biglietto Aurora, che vi permetterà di Accedere all’isola Materna, dove troverete il mitico Deoxys. L’isola materna è un’isola davvero minuscola, ed è l’ultima isola del Settipelago, non raggiungibile normalmente senza biglietto. Su quest’isola misteriosa bisognerà risolvere un piccolo quesito. Una volta risolto apparirà un Deoxys selvatico. Non sarà troppo difficile da catturare, in quanto sarà al livello 30. Una volta catturato cambierà forma, assumendo lo sprite legato alla versione del gioco (su pokemon rosso fuoco gba avrà la forma offensiva, mentre sul vere foglia avrà la forma difensiva).

          Evento del biglietto mistero

          Questo è il biglietto dei nostalgici, e dico davvero. Non sto scherzando. Il biglietto mistero, infatti, vi darà la possibilità di accedere al monte Cordone. Il monte Cordone è un ulteriore isola nascosta presente nel Settipelago (davvero strano che l’abbiamo chiamato settipelago… non avrebbero fatto prima a chiamarlo ottopelago? Anche se effettivamente non suona molto bene, risulta essere più veritiero ed avrebbe creato ulteriore mistero).

          Il monte Cordone è un monte composto da moltissimi piani, dove incapperete contro pokémon selvatici molto forti e, in cima al monte, troveret il leggendario pokémon di Johto: Ho-Oh. In fondo alla grotta, nel piano più profondo, troverete l’altro leggendario: Lugia. Troverete entrambi al livello 70. Un ulteriore consiglio che vi passo è quello di usare il Detector nei pressi di Ho-Oh: potrete trovare infatti la rarissima Ceneremagica.

          La grotta mutevole

          Infine, avrete la possibilità di sbloccare un evento che a sua volta sbloccherà la grotta mutevole. Qui potrete trovare alcuni pokémon che normalmente non si possono catturare. Vi ricordo che la grotta mutevole è la Sesta isola del Settipelago. Potrete trovare, ta gli altri (impossibile elencarli tutti):

          • Zubat
          • Pineco
          • Teddiursa
          • Smurgle

          Conclusione

          Bene ragazzi, ora che abbiamo spulciato quanto più possibile questo videogioco, non mi resta altro da fare che rimandarvi alla pagina di download dell’emulatore e della rom pokemon rosso fuoco gba. Per qualsiasi dubbio, problema oppure curiosità vi invito a contattarmi attraverso l’apposita pagina dei contatti. Io intanto vi auguro buon divertimento e vi invito, qualora siate così fortunati da trovarlo ancora nel negozio, di acquistare la versione originale. Clicca per accedere alla pagina di download rom pokemon rosso fuoco, clicca qui: Rom Pokemon Rosso Fuoco. In alternativa, il download è presente anche qui sotto. Non c’è per forza bisogno di accedere all’altra pagina. A voi la scelta, decidete quale pagina vi torna più utile per il download!